Come tracciare le conversioni in Clickfunnels.

Come tracciare le conversioni in Clickfunnels.

Una conversione, cosi come anche il nome lo dice, è una vendita realizzata.

Oppure una consulenza richiesta! 

Un preventivo accettato! 

Oppure, se definite, possono essere anche altri tipi di conversioni!

Cosi come per esempio un optin, un download, un video guardato fino alla fine etc.

Cioè, la compilazione di un modulo con l’email da parte dell’utente, un ebook scaricato o una presentazione di un servizio/prodotto vista per l’intero.

Un’azione dell’utente che per noi ha un valore!

C’è subito da dire che in Clickfunnels tracciare le conversioni finali, l’avvenuto acquisto per esempio, lo si può fare in diversi modi.

Per esempio tracciare l’invio del modulo dopo che si hanno inseriti tutti i dati, compresi quelli della carta di credito.

Oppure si può tracciare il click sul pulsante Paga Adesso.

Però c’è un dunque!

Soprattutto nel caso di Paypal, dove le cose sono un po’ più complicate.

Non nel caso di Stripe.

Con Stripe il tracciamento è più facile!

C’è uno scenario che spaventa:

L’utente potrebbe aver fatto click sul pulsante Paga Adesso, il modulo potrebbe essere stato inviato ma poi l’utente decida di non completare il pagamento.

Questo dato è molto utile, non solo come statistica in Analytics, ma anche come dato pratico, inviato al CRM!

E qua ci rimane un’altra opzione:

Quella di tracciare la visualizzazione della Thank You page.

In teoria, chi arriva in quella pagina lo fa solo perché ha già pagato ed è il sistema che lo porta là.

Altrimenti quella pagina non la può vedere.

(Solo se conosce l’URL della pagina, ma non potrebbe se non glielo diciamo noi che siamo gli unici a sapere l’URL della Thank You page).

Per esempio, dopo aver fatto click su “Paga Adesso”, ma poi una volta si apre la finestra Paypal dove può pagare ma non lo fa, può essere portato in un’altra pagina del tipo downsell.

Dove arriva solo se non ha acquistato l’offerta principale! 

Un’altra pagina, quella del downsell, che l’utente non può vedere se non ha fatto esattamente quel specifico click su quel pulsante “Paga Adesso”, ma poi abbia deciso di non pagare.

Comunque, anche questo metodo ha degli “downside”, cioè dei lati negativi.

Per qualsiasi ragione, se dopo aver pagato (o annullato il pagamento), la pagina Thank You non si carica, la conversione non verrà registrata.

In pratica succede poche volte, trascurabili.

Purché succeda l’utente dovrebbe avere tanta fretta di chiudere il browser prima che abbia la conferma dell’avvenuto pagamento.

Ma non succede mai, figurati!

La seconda cosa è che l’internet gli cada proprio in quel momento e lui non veda mai la Thank You page.

Cosi come detto, sono possibilità remote.

Ci sarebbe anche una terza via, quella di “ascoltare” Paypal per esempio che comunica l’avvenuto pagamento a un URL specifico.

Si può tracciare quella comunicazione.

In questo caso si è al 100 % sicuri dell’avvenuto pagamento.

Ma questa soluzione è troppo tecnica per essere facilmente implementata.

Un’altra soluzione sarebbe quella di aver attivato l’e-commerce tracking sul sito e in Analytics.

Per questo caso avevo scritto un articolo.

Ma è una soluzione altrettanto, esageratamente complicata dal punto di vista tecnico.

Direi solo alla portata degli sviluppatori.

Una volta attivato Enhanced E-commerce (ma anche Standard E-commerce), nella reportistica di Analytics vedremo un’avvenuta transazione con l’ID di pagamento Paypal.

Potremo usare quell’ID per settare un goal in Analytics, per esempio.

Ma come detto, questa è una soluzione esageratamente tecnica.

Quindi, in questo caso andremo con l’opzione della Thank You page caricata, quindi conferma dell’avvenuto pagamento!

Adesso vediamo come si deve impostare tutto!

La prima cosa che dovresti fare è applicare un filtro per il tuo traffico (o di chi ci lavoro sul sito).

Cosi come nella foto sotto:

My IP traffic filtro

Cosi tutte le volte che lavorerai sulla pagina Thank You page Analytics non registrerà una conversione.

Il che sarebbe fastidioso per l’accuratezza dei dati che raccogli!

Per scoprire il tuo l’IP basta che cerchi “What is my ip” in Google.

Io consiglio di impostare la visualizzazione della pagina Thank You come Evento.

Questo perché abbiamo molta più flessibilità nel tracciare un goal come evento, di quanto ne abbiamo a tracciarlo come una semplice visualizzazione di pagina! 

Lo possiamo fare con Tag Manager.

Il tag sarà cosi:

UA Conversion Event Tag

Scegliamo Evento come Track Type.

Poi nel campo Categoria scriviamo quello che volgiamo.

In teoria il nome della conversione.

Nel campo Action scriviamo il nome del prodotto che abbiamo venduto.

Possiamo dire anche di che valore era il prodotto.

Io ho scritto 5 (euro), come esempio.

Ma se nella Thank You page si può arrivare acquistando più prodotti, o solo alcuni di essi, quindi il valore non è sempre lo stesso, immettere il valore qua non ha senso.

Solo se si ha un’idea dell’average cart value, cioè il costo medio del carrello.

L’attivatore sarà cosi:

Attivatore Thank You Page

Nella parte dopo “contains” vedi di scrivere quello che sta dopo il tuo domino per la Thank You page: esempio – tuodominio.it/

Salviamo, facciamo un refresh e andiamo in debug mode per controllare se funziona tutto.

Se il tag è stato sparato ed è tutto ok (foto). 

Questo tag non ha alcuna ragione per non funzionare, è semplicismo! 

(Si attiva a una visualizzazione di pagina). 

debug mode tag evento

Adesso controlliamo anche se l’evento sia arrivato in Analytics!

evento ricevuto Analytics

Come vediamo nella foto sopra, l’evento è stato ricevuto in Analytics.

Facendo click sulla “Vendita” ci dice anche il nome del prodotto e l’URL della Thank You page!

Prodotto Event

Adesso, andiamo in Analytics alla voce View >> Goal >> Nuovo Goal!

goal Setup evento

Dobbiamo settare un goal.

Lo possiamo chiamare “Vendita Finale”, per esempio!
 

Cosi diciamo ad Analytics che quella è una conversione.

Goal details

View >> Goal Setup >> Template >> Crea Account >> Evento

Diamo gli stessi nomi che avevamo dato all’evento in Tag Manger.

Cioè alla voce Category scriviamo Vendita, alla voce Azione – Prodotto e alla voce Label usiamo un’espressione Regex che va a vedere l’URL della Thank You page.

goal final setup

Copiamo l’URL della Thank You page e lo carichiamo (sul nostro telefono se abbiamo aggiunto il filtro IP e il nostro computer è così escluso nell’account Analytics).

Sotto la voce Real Time >> Conversioni, vedremo la conversione registrata come nella foto!

vendita finale conversione real time report

Poi anche sotto la voce Behavior (Comportamento) >> Eventi >> Top Events, possiamo vedere che l’evento sia stato registrato come nella foto:

eventi comportamento top eventi

Adesso, sotto la voce Conversioni >> Panoramica, possiamo vedere le conversioni registrate e il valore delle conversioni come nella foto:

conversioni valore finale

(Nel mio caso sono 10 dollari perché questo è un account per i test e non ho impostato la moneta in euro nell’account Settings).

Possiamo creare un rapporto, un dashboard e anche un rapporto visuale in Data Studio! 

Adesso stiamo tracciando le vendite realizzate in Clickfunnels con Google Analytics.

Ugualmente, si dovrebbero impostare anche altri goals.

Delle micro conversioni che portano alla macro conversione >> Vendita Finale!

Così si può realizzare un funnel Analytics e capire come e dove, a quale passaggio le cose vanno bene o vanno male.

Per esempio potremo aggiungere un altro evento: Se ci lascia l’email!

Un altro ancora se vede i nostri video, per quanto tempo li vede etc.

Un altro ancora se fa lo scrollo della pagina “Lettera di vendita”.

Se fa click sul pulsante “Acquista Adesso” nella Lettera di vendita.

Click che lo porta nella pagina di ordinazione dove poi eventualmente acquistato (oppure no).

In Analytics possiamo sapere quanti di quelli che hanno visto la pagina della lettera di vendita hanno acquisto e quanti no, per esempio.

Se per esempio il tasso di conversione è esageratamente basso, bisogna capire che cosa non va.

Potrebbe esse era la copy, l’offerta stessa o anche degli elementi del design.

Facendo A/B test possiamo tenere sotto controllo il tasso di conversione e vedere quali cambiamenti migliorano questo tasso e di quanto.

Cosi siamo in grado di decidere sui futuri cambiamenti, sulle future migliorie da portare al nostro funnel!

Tutto quest, in un certo modo e con delle limitazioni, è disponibile anche nell’analytics di Clickfunnels, che si chiama Stats!

Ovviamente, le interazioni con li elementi della pagina non sono disponibili n Stats. 

E’ per questo che Analytics è necessario; per avere un funnel completo e funzionale dal punto di vista del tracciamento e dell’ottimizzazione.

Misurato e tenuto sotto controllo in tutti suoi aspetti! 

Se hai bisogno che questo tipo di tracciamento lo implementi io per te, mi scrivi e qua sono!

E se hai aperto il tuo account Clickfunnels dal link di affiliazione (il pulsante sotto o qualsiasi altro pulsante su questo sito), lo faccio GRATISi